AGEVOLAZIONI

Esistono numerosi finanziamenti che godono di alcune agevolazioni previste dalle seguenti leggi:

* Legge 240/81 Artigiancassa.
Permette alle imprese artigiane di percepire un contributo (a fondo perduto) in conto canoni, con percentuali interessanti calcolate sull'importo del contratto.
* Legge 488/92 Aree depresse.
Offre (alle imprese estrattive e manifatturiere incluse nelle sezioni "C" e "D" del codice Istat del 1991 e a determinate societÓ di servizio) un contributo in conto capitale variabile.
* Legge 1326/65 Sabatini.
Ha un contenuto molto complesso, ma in sintesi si pu˛ dire che prevede un contributo, erogato da Mediocredito, in conto interessi (oscillante tra il 50% e l'85% del tasso di riferimento) a favore di piccole e medie aziende che acquistano beni e macchinari nuovi da fornitori nazionali od europei.
* Legge 341/95 Bonus fiscale.
Concede alle imprese manifatturiere ed estrattive, inserite nei capitoli "C" e "D" del codice Istat, un contributo, sotto forma di abbuono fiscale, calcolato sull'importo dell'investimento.
* Legge 416/81 Editoria.
Riguarda le imprese editrici e stampatrici di giornali e di libri per la possibilitÓ di ottenere un contributo annuale calcolato sul valore di acquisto del bene.
* Legge 449/97 Commercio e Turismo.
Si rivolge alle piccole e medie aziende commerciali imprese turistiche e agenzie di viaggio, per le quali Ŕ previsto un credito di imposta, pari al 20%, per l'acquisto relativo a beni strumentali ammortizzabili.
* Legge 598 del 27 Ottobre 1994.
Sostiene le iniziative di innovazione tecnologica e tutela ambientale riconoscendo contributi alle piccole e medie imprese industriali che acquistano in leasing beni materiali, da utilizzare nel ciclo produttivo o a supporto dello stesso, relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, all'ampliamento, all'ammodernamento, alla ristrutturazione, alla riconversione, alla riattivazione e alla delocalizzazione degli impianti produttivi. II contributo, a fondo perduto, viene riconosciuto sul 70% dell'imponibile del contratto di leasing al netto del prezzo di riscatto e del valore delle eventuali spese non agevolabili, viene quantificato in relazione al tasso di riferimento vigente, all'ubicazione dell'investimento, alla durata del contratto ed alla dimensione dell'impresa, viene erogato al beneficiario in quote semestrali per il tramite della societÓ di leasing.

Progetti Finanziari assicura un'assistenza completa nell'indicare alla clientela la strada da seguire secondo reali necessitÓ e concrete possibilitÓ, gestendo poi tutto l'iter burocratico, dalla domanda fino all'erogazione del cotributo, tenendo l'interessato costantemente informato sullo stato di avanzamento dell'operazione.